Regione Toscana

Trasformazione digitale 4.0 e politiche di innovazione: seminario a Firenze

Trasformazione digitale 4.0 e politiche di innovazione: seminario a Firenze

2018-04-18T08:44:20+00:00 18 aprile 2018|News|

Si terrà il prossimo 9 maggio 2018 all’Istituto degli Innocenti di Firenze il seminario promosso dalla Regione Toscana Trasformazione digitale 4.0 e futuro delle politiche di innovazione’, un incontro dedicato al mondo delle imprese.

L’obiettivo? Da una parte favorire l’ascolto delle esigenze e delle richieste delle aziende, dall’altra definire l’agenda operativa dei Centri di competenza regionale (Cybersecurity, Big Data, Impresa 4.0.). Sarà validata, inoltre, la revisione della S3 (Strategia di Specializzazione Intelligente), proposta dai distretti tecnologici nella prima fase del processo di Mid-Term Review.

La Regione Toscana infatti – con un’azione coordinata dell’Autorità di gestione del POR FESR 2014-2020 – ha avviato il processo di revisione della Smart specialisation avvalendosi in una prima fase dei Distretti, che hanno prodotto un’analisi aggiornata delle road map tecnologiche riferite ai settori di produzione e alle tecnologie di riferimento.

Un’ulteriore fase prevede un confronto tra risultati di questa analisi con la Strategia Industria 4.0 ed in generale con i temi connessi ai processi di digitalizzazione del sistema della produzione.

Nel corso del seminario sarà anche presentato un documento di sintesi elaborato da Irpet (Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana), con il supporto dell’Advisor Board della Piattaforma Regionale Industria 4.0.

Dopo la plenaria – che introdurrà la giornata (a breve sarà pubblicato anche il programma generale) – i partecipanti potranno prendere parte a 3 gruppi di lavoro per confrontarsi su temi specifici come Big Data e Cybersecurity (coordinatore Alberto Toccafondi), Sensorialistica e Industrial Internet (coordinatore: Roberto Pini) e Smart Manufacturing e Impresa 4.0 (Coordinatore: Giovanni Ferrara).

Per maggiori info: clicca qui